Santuario di S. Felice all’ Acqua

Si narra che, ormai cinque secoli orsono, il giovane Felice Porri si trovava in questo luogo con i suoi compagni, dediti alla cura dei campi e degli animali. Era estate, il sole picchiava e gli uomini imprecavano contro Dio, distrutti dalla fatica. Fu allora che Felice, dopo aver pregato il Signore, colpì la terra con un bastone: dal suolo scaturì miracolosamente dell’acqua, e pastori e contadini potettero finalmente dissetarsi.  

Data:
22 Marzo 2021
Immagine non trovata


Scendendo da Cantalice Superiore e attraversato l’abitato di Civitella, si scorge oggi il Santuario di San Felice all’Acqua, eretto là dove il santo compì il celebre miracolo. Il santuario, recentemente restaurato e da sempre meta di sentiti pellegrinaggi, è stato costruito a fianco della sorgente miracolosa, dando vita ad un clima di grande spiritualità e di armonico connubio tra uomo, Dio e natura.
 
Nella chiesa, un edificio semplice ma elegante, si conserva sopra l’altare una copia della pala d’altare della Chiesa di San Felice a Cantalice, raffigurante il santo con la Madonna e il Bambino.
 
Dall’ultima domenica di agosto alla prima di ottobre al santuario si celebra la messa ogni domenica e vengono celebrati riti in onore del santo.


http://www.matreterra.com/

Ultimo aggiornamento

Giovedi 15 Aprile 2021